Condividi su

BMG – 2 Lp

voto: 4

genere: pop

Negli ultimi anni Rufus Wainwright ci ha abituato a tutto il possibile: opere, musica basata sui sonetti di Shakespeare (per la storica Deutsche Grammophon), tributi a Judy Garland. Tutto fuorché il pop, genere in cui è un maestro. Eccolo, finalmente, tornare a casa: Unfollow The Rulesè il primo album di canzoni originali in otto anni. Non temete: Rufus non ha abbandonato il gusto per arrangiamenti sontuosi ed un po’ barocchi: ma questa volta alla base rimangono voce e piano, e una band di primo livello alle spalle: Jim Keltner, Blake Mills e Matt Chamberlain. Il risultato è un disco che fila via liscio e chiede di essere ascoltato e riascoltato per scoprire citazioni, dettagli, tocchi. Un album multistrato, come il miglior pop, che va dalla ballata classica (la title-track, piano e un tocco d’archi) ad atmosfere più ritmate, come l’apertura di “Trouble In Paradise”. Ogni canzone è un piccolo gioiello, una lezione di stile. Bentornato. (Gianni Sibilla)